botti di vino
vino botti

Amarone della Valpolicella

L'Amarone della Valpolicella è sicuramente uno dei vini rossi più apprezzati, ed è considerato il più ricercato tra tutti quelli veronesi. Non tutti sanno però che l'Amarone deve la sua fama grazie al suo vino predecessore, il Recioto: un prodotto dal sapore dolce e corposo. Il suo sapore subì dei cambiamenti poiché a lungo andare, produzione dopo produzione il suo gusto diventò sempre più secco e deciso, fino ad arrivare al gusto che conosciamo oggi; questo non fu penalizzante, bensì si scoprì che i consumatori preferivano questa versione rispetto a quella precedente, spingendo i produttori a confezionare l'Amarone della Valpolicella che si basa sui vitigni Corvina, Corvinone e Rondinella.

Caratteristiche, aromi, note di degustazione

Il suo colore è rosso intenso, e può assumere dei riflessi color granato a seconda dei tempi dell'invecchiamento. All'assaggio, l'Amarone della Valpolicella sorprende con un gusto deciso ma pur sempre vellutato, caldo e molto piacevole; il suo sapore ed il suo odore nascondono note dal carattere fruttato, che si fanno scoprire dall'assaggiatore sorso dopo sorso. Frutti di bosco e ribes sono i primi sapori dominanti, per le bottiglie più invecchiate sopraggiungono accenni più decisi di tabacco, cioccolato e caffè.

Abbinamenti Amarone cibo

Avendo una forte impronta territoriale, il sapore dell'Amarone della Valpolicella si sposa in maniera eccellente con i sapori culinari locali, in particolare con lo spezzatino di musso e la pastisada de caval. Il suo sapore secco e corposo però lo rendono perfetto da abbinare anche ad alimenti come i formaggi a pasta dura, salumi e più in generale a qualsiasi piatto di carne che presenti dei gusti forti e decisi. L'Amarone della Valpolicella è inoltre molto adatto ad accompagnare primi piatti rustici e completi.
Il modo migliore per apprezzarne il gusto e l'intensità però rimane gustandolo a fine pasto: dopo di tutto l'Amarone della Valpolicell è un perfetto vino da meditazione.