botti di vino
vino botti

Pinot Nero

Il Pinot Nero è uno dei più antichi e nobili vitigni a bacca rossa. La sua terra di origine è la Borgogna. Queste uve pregiate sono le più usate per la produzione di spumanti e champagne e pur essendo tra le più difficili e complesse da coltivare hanno presto trovato terre e climi ideali anche sulla montagna di Reims, nella zona dell'Oltrepò Pavese e, oltreoceano, in California e in Oregon.
Il termine pinot deriva da pigna, per via delle ridotte dimensioni del grappolo caratterizzato da piccoli acini dal particolare colore blu e dalla buccia sottile, molto ravvicinati tra loro.
In Italia il Pinot Nero è diffuso anche in Trentino, Veneto, Friuli, nella zona del Franciacorta e di recente in Toscana.

Questo vitigno è una grossa sfida per gli addetti ai lavori che nonostante gli sforzi non ne ricavano sempre "buone annate". Queste uve non si adattano a terreni argillosi e umidi, ma prediligono i terreni calcarei e, purtroppo, sono spesso soggette all'attacco delle muffe e alle comuni malattie che colpiscono la vite.

Caratteristiche, aromi, note di degustazione

Le uve di Pinot Nero maturano presto, hanno una resa bassa e danno vita a vini dai colori chiari e trasparenti a causa di un basso contenuto di pigmenti e di tannini nelle bucce.
Nonostante il colore poco marcato, il profumo del Pinot Nero è molto caratteristico e riporta ad un mix tra lavanda, zenzero e gelsomino con agli aromi dei piccoli frutti rossi come mora, ciliegia, lampone, mirtilli e ribes.
Le sue qualità organolettiche sono molto sensibili alle