Trebbiano

I vitigni di Trebbiano sono molto diffusi e sono noti fin dall'epoca dei Romani. Il vitigno del Trebbiano è uno dei più coltivati in Italia e nel bacino del mediterraneo, perchè dà origine a molti vini Doc eccellenti sia da solo che miscelato con altre uve.
Le zone della penisola maggiormente interessate da questa produzione sono la Toscana, Brescia, Verona, la Romagna, l'Abruzzo, Spoleto, la Lombardia, il Lazio e la Puglia.

Caratteristiche del vitigno

Questo vitigno è particolarmente diffuso per via della grande adattabilità delle sue piante ai diversi climi e terreni. Inoltre, la sua coltivazione si presta a numerose produzioni in purezza che danno vita ad un vino gradevole che può essere anche il giusto completamento di miscele più importanti e strutturate.
Il vitigno di Trebbiano si distingue per il suo grappolo dalla misura medio grande, con acini notevoli, dalla buccia spessa e dal colore giallo con sfumature verdastre. Questo tipo di uva si adatta a diversi tipi di suolo, ma predilige zone collinari entro i 500 metri di altezza, poco calde, non interessate da periodi siccitosi e con terricci prevalentemente umidi.
La sua maturazione abbastanza tardiva garantisce una produzione abbondante e costante negli anni.

Aromi e note di degustazione

Il Trebbiano è un vino di media corporatura dall'intenso colore giallo paglierino con riflessi tendenti al verde, mediamente acidulo che non lascia particolari sensazioni olfattive e al palato. Il suo aroma vinoso, infatti, è intenso ma delicato e il suo sapore è sapido, asciutto ed armonico. Le caratteristiche organolettiche del Trebbiano possono comunque cambiare a seconda della zona di produzione.
La raccolta avviene nella prima decade di ottobre ed in seguito ad una fermentazione lunga 20 giorni ad una temperatura controllata di 15 gradi, il Trebbiano subisce un affinamento in botti di acciaio.

Abbinamenti cibo consigliati

Questo vitigno a bacca bianca, versatile e molto resistente all'attacco di parassiti, produce un vino leggero, non pregiatissimo ma apprezzabile e particolarmente adatto a pasti informali a base di affettati, verdure e piatti semplici. Il Trebbiano si abbina perfettamente anche a pietanze di pesce e crostacei.
Questo vino, che deve essere servito ad una temperatura intorno agli 8 gradi, è disponibile anche in varietà frizzanti particolarmente adatte come aperitivo o per accompagnare antipasti.